Tu sei qui

GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE 5C

GIORNATA

CONTRO

LA VIOLENZA SULLE DONNE

 

Nella data del 25 Novembre ricorre la giornata nazionale contro la violenza sulle donne.

Su questo tema gli alunni di 5C e 5A hanno svolto un’attività pluridisciplinare che ha permesso loro di conoscere delle problematiche presenti in ogni parte del mondo.

Sono tantissime, infatti, le donne, le ragazze e le bambine alle quali vengono negati diritti indispensabili come la libertà, la salute, la cultura..

Si è fatto cenno anche ad aspetti storici, quando con l’emancipazione femminile si è riusciti, in parte, a superare la discriminazione subita dalle donne in tante culture.

Purtroppo ciò non è bastato e a tutt’oggi accadono atti di violenza verso donne e bambine.

Nei vari spunti di riflessione si è considerato ed apprezzato l’impegno profuso dalle istituzioni degli organismi delle Nazioni Unite e della società civile; tutti, infatti, hanno contribuito nell’ambito della propria competenza, a sensibilizzare l’opinione mondiale.

Dopo aver sviluppato l’argomento attraverso le conversazioni, si è proposto l’elaborazione di testi in cui gli alunni, a piccoli gruppi, hanno prodotto una storia avente come protagonista una bambina priva di diritti ( sposa bambina, bambina madre, bambina alla quale è stato negato lo studio,..).

Successivamente, presso il Municipio di Cavriago, i bambini hanno visto la proiezione di immagini sulla condizione della donna nel mondo, in un Power point, preparato dall’insegnante della classe 5C.

Il materiale visionato e i commenti hanno confermato che ancora attualmente, nella nostra società altamente civilizzata, resistono

spietate forme di emarginazione delle donne, che a volte sfociano in veri e propri crimini.

Infine i ragazzi nella piazza del paese hanno affisso dei fogli sui quali avevano scritto dei propri pensieri, mossi dalla convinzione che ognuno farà la propria parte per soffocare ogni forma di discriminazione e di violenza.

Per noi docenti questo percorso è stato molto impegnativo, in quanto complesso, ma pensiamo che la scuola possa fare tantissimo, invitando a far riflettere le nuove generazioni sugli stereotipi da eliminare, perché fortemente presenti nel linguaggio di tutti, nei giornali, nei programmi tv.

La solidarietà, la tolleranza e il rispetto devono essere gli “strumenti” da maneggiare sin da bambini, quando conoscenza e individualità sono maggiormente plasmabili.

Pertanto, in ogni nostra esperienza, si pone al centro il valore dell’identità di ogni persona, evitando che alcuni stereotipi possano prendere il sopravvento.

Ecco nelle foto alcuni elaborati prodotti dai bambini.

Progetto base realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.