Tu sei qui

Bisogni Educativi Speciali

In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: disabilità, distrubi evolutivi specifici, svantaggio sociale e culturale, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse.

Quest’area, che ricomprende problematiche diverse, viene indicata come area dei Bisogni Educativi Speciali.

DISABILITÀ
Alunni diversamente abili, con certificazione L. 104 rilasciata dall'ASL e dagli enti accreditati.
Hanno diritto all'insegnante di sostegno. Per loro viene predisposto un Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.).

DISTRUBI EVOLUTVI SPECIFICI
Alunni con Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA): dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia.
Alunni con deficit del linguaggio, delle abilità non verbali, della coordinazione motoria, dell’attenzione e dell’iperattività o con funzionamento intellettivo limite.
La diagnosi viene effettuata dall'ASL o da un privato e successivamente convalidata dall'ASL. Non hanno diritto all'insegnante di sostegno.
Per loro viene predisposto un Piano Didattico Personalizzato (PDP) che prevede, tra l'altro, provvedimenti dispensativi e compensativi.

SVANTAGGIO SOCIOECONOMICO, LINGUISTICO E CULTURALE
Alunni che, per determinati periodi o con continuità, manifestano Bisogni Educativi Speciali per motivi fisici, biologici, fisiologici, psicologici o sociali.
Vengono individuati dai Consigli di Classe o dai Team dei Docenti e, in accordo con la famiglia, può essere predisposto un Piano Didattico Personalizzato (PDP) o possono essere adottate strategie didattiche o accorgimenti corrispondenti ai bisogni dell'alunno.
Non hanno diritto all'insegnante di sostegno.

PIANO ANNUALE DELL'INCLUSIVITÀ
Ogni anno la scuola redige un Piano Annuale dell'Inclusività (PAI), per analizzare le criticità e i punti di forza degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formulare un’ipotesi globale di utilizzo delle risorse per incrementare il livello di inclusività generale della scuola nell’anno successivo.

 

Progetto base realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.